Lasciare andare e rilassamento

Un detto Zen recita: “La Conoscenza è imparare qualcosa ogni giorno. La Saggezza è lasciare andare qualcosa ogni giorno”.

In molte altre discipline estremo orientali, come il Qigong e il Taijiquan, è proprio la stessa cosa. Conoscenza e Saggezza non si escludono l’un l’altra ma la Conoscenza è solo una strada per arrivare alla Saggezza. Quindi lasciare andare alla fine deve prendere il sopravvento sull’imparare.

Nel Qigong e nel Taijiquan la prima cosa da conoscere è che si devono lasciare andare le tensioni, dapprima muscolari, fisiche, quindi le tensioni mentali. Da qui l’importanza del rilassamento, che non consiste in una vaga mollezza. Ma partiamo dal carattere cinese di “rilassamento”, sōng .

[] sōng. Rilassare, morbido, soffice,

Da () ‘tree’ e gōng elemento fonetico.

Il secondo significato è spettinato, lento, rilassato, sciolto; libero, noncurante ‘, nella forma completa è scritto , con il significato di (biāo)’ capelli lunghi ‘in cima alla fonetica sōng.

[/] jìng; fermo, quieto, calmo.

qīng (‘verde’) e () zhèng (‘lotta’) insieme sono l’elemento fonetico in jìng.

Quindi il senso di rilassato sōng sottintende una qualità della postura che ricorda quella dell’albero, dritto ma non rigido, elastico e non teso. Questo atteggiamento al tempo stesso fisico e mentale, dapprima compreso come Conoscenza, e poi attuato come Saggezza corporea e mentale, a poco a poco consente di lasciare andare automatismi fisici e mentali.

.

Su cultura e medicina tradizionali cinesi vedi anche:

http://www.associazioneqi.com/#

https://studioadelasia.wordpress.com/

https://taijiquanfamily.wordpress.com/

https://giacomomarinotuina.wordpress.com/

e su Facebook Associazione QIStudioadelasia, Taijiquan Chen Xiaojia Sicilia Giacomo Marino Tuina